Il Montrachet, lo Chardonnay più caro al mondo

La regione francese della Borgogna è conosciuta nel mondo per i suoi vini prestigiosi. Uno dei prodotti più apprezzati e costosi è il Montrachet, un vino bianco derivato dalla lavorazione delle uve Chardonnay.

Origini e diffusione del Montrachet

Il Re degli Chardonnay

Non è esagerato definire il Montrachet il Re degli Chardonnay. Tra i tantissimi vini prodotti con queste uve adatte a terreni molto diversi tra loro, quello originario di una particolare area della regione francese della Borgogna è di gran lunga il migliore. Con la complicità del terreno calcareo in cui crescono queste preziose vigne, della speciale esposizione delle dolci colline e del clima perfetto per la crescita dei grappoli d’uva, il vino bianco che si produce nei comuni di Chassagne Montrachet e Puligny Montrachet è forse il migliore Chardonnay del mondo, sicuramente il più prezioso e costoso. Sono ben cinque le Grand Crus che si producono in questo piccolo fazzoletto di terra: Chevalier Montrachet, Batard Montrachet, Bienvenues Batard Montrachet, Criots Batard Montrachet e Le Montrachet.

l Maury è particolarmente adatto all'invecchiamento

Curiosità e caratteristiche del Montrachet

C’è una leggenda che avvolge il passato del Montrachet: si dice infatti che molti anni fa il proprietario di questo terreno fosse uno solo e che al momento di lasciare l’eredità ai figli, divise l’area in due: una parte venne data al figlio legittimo, il Cavaliere, e, contrariamente agli usi dell’epoca, anche il figlio illegittimo, il Bastardo, ricevette del terreno. Questa singolare storia si ritrova ancora oggi nelle denominazioni del Montrachet (Chevalier Montrachet e Batard Montrachet). È un vino bianco che si presta bene all’invecchiamento, anzi, se consumato giovane, può risultare quasi aspro. Meglio quindi lasciarlo in cantina anche oltre i 10 anni per poter gustare un prodotto dal sapore unico e armonico.