Il Meursault, lo Chardonnay d’oro

Le uve Chardonnay vengono coltivate in tutto il mondo, ma è nella zona francese della Côte de Beaune che si ottiene uno dei prodotti più prestigiosi: il Meursault, un grande vino bianco, tra i più apprezzati oltre confine.

Il Meursault ha origine dal vitigno Chardonnay

Il Meursault e Thomas Jefferson

Il Meursault ha origini molto antiche, più o meno intorno all’anno 1000, quando nella zona che oggi produce uno dei migliori vini francesi venne piantato il primo vitigno di Chardonnay. Anche all’epoca non fu necessario molto tempo perché ci si accorgesse dell’eccezionalità del prodotto, che divenne rapidamente molto conosciuto e rinomato. Uno dei più famosi estimatori del Meursault fu il Presidente degli Stati Uniti Thomas Jefferson, che era particolarmente affezionato al Gouttes d’Or, uno dei Premiers Crus del vino. Ne esistono anche altri, tutti di eccellente qualità: Les Perrièrs, Les Charmes, Les Genevrières, Les Cras, Les Bouchères.

Il Meursault si abbina bene ai formaggi

Caratteristiche del Meursault

Le zone collinari in cui vengono coltivati i vigneti di Chardonnay che danno vita al Meursault, sono situate all’altezza di 260 metri s.l.m. A differenza di altri vini bianchi, il Meursault è adatto all’invecchiamento, perché il tempo non altera il suo gusto. È un Vino secco, con sentori di frutta secca come mandorle e nocciole. Il suo abbinamento ideale è con piatti a base di carni bianche, soprattutto pollame, ma si sposa perfettamente anche con il pesce e i formaggi. I Meursault più conosciuti ed apprezzati sono dunque vini bianchi, ma esistono anche delle varianti rosse, ottenute da uve di Pinot Nero. Tuttavia, la produzione di Meursault rossi è notevolmente inferiore rispetto a quella dei bianchi, che sono sicuramente di qualità più alta.