Maury, delizioso e sconosciuto

Il Maury è un vino francese AOC (Appellation d'origine contrôlée), prodotto nella regione di Roussillon, zona di confine con la Spagna. Rientra nella categoria dei vini dolci naturali, anche se in realtà il suo sapore caratteristico viene ottenuto aggiungendo alcool durante la lavorazione.

Metodo di produzione del Maury

Il metodo di produzione del Maury

Il Maury è uno dei vini francesi meno conosciuti fuori dai confini del paese. Si tratta di un vino rosso molto particolare, che si ottiene con un metodo di produzione decisamente originale. Dopo la raccolta, la fermentazione avviene in cemento e dura a lungo. Successivamente, al mosto in parte già fermentato, viene aggiunto alcool. Infine, il prodotto viene lasciato a riposare in particolari damigiane di vetro, chiamate bonbonnes. Anziché essere chiuse al buio in una cantina, le bonbonnes vengono esposte al sole sulle terrazze, dove la luce e il calore modificano notevolmente il prodotto, conferendogli le tipiche note speziate.

Il Maury è un vino dolce che puo essere abbinato facilmente con dolci al cioccolato

Curiosità e abbinamenti

Oltre ad un Metodo di produzione insolito, il Maury vanta anche una zona di produzione decisamente particolare. La regione Roussillon, al confine con la Spagna, è infatti una zona molto calda e secca, una delle aree più assolate della Francia: la scarsità di precipitazioni è il grande problema con cui devono confrontarsi ogni anno i produttori locali. Il prodotto finale è un vino rosso robusto, speziato e fruttato, simile al Porto e allo Sherry. Esiste anche la versione bianco, ma è molto meno diffuso. Grazie al suo tipo di lavorazione, il Maury si presta molto bene ad invecchiamenti lunghissimi che non alterano assolutamente il suo gusto speciale. Si abbina bene a piatti di carne, in particolare alla selvaggina, ma è anche adatto a formaggi e cioccolato.